Stabilizzatore tensione per fotocamere

Ispirato da questo articolo: http://www.astropix.it/appunti/canonpower.html
Oggi ho pensato di fare una cosa simile per la mia Nikon Coolpix 4100…

Avevo questa fotocamera pagata un botto di soldi buttata nel cassetto che consumava batterie che era una meraviglia.
Di solito utilizzavo un alimentatore con LM317 (quello di un qualche articolo fa) impostato a 3V e l’alimentavo con un paio di teste di coccodrillo (le clip non gli animali!).
L’unico problema era che lm317 era alimentato a sua volta da un alimentatore a 15v e quando portavo la tensione da 15v a 3v ci potevo cuocere la pasta tant’era caldo l’LM317. Così la fotocamera si spegneva perchè lo stabilizzatore andava in protezione.

Il mio spacciatore di fiducia aveva LM1117 fissi a 3V a 2.50€, mentre un 7805 mi costava 1€…
Alla fine ho optato per un 7805 e un paio di componenti di corredo e ho realizzato lo schema in questo modo:

Elettronica_regolatore_tensione_positiva_fissa

C1: 1000uF Elettrolitico 50v
C2, C3: 100nF
C4: 100uF Elettrolitico 50v

Fonte:

In questo modo, però, ottengo un buon stabilizzatore di tensione a 5v e a me ne servono circa 3v.
Così, in Vout ho messo in serie due diodio 1N100x che mi portano la tensione (0.7*2)-5v = 3.6v.
In questo modo la fotocamera vede la batteria come pienamente carica in quanto supporta le seguenti tensioni: 2.4/3/4.2v
0.9/0.7/0.5A

Il 7805 scaldava un pochino, così ho deciso di metterlo fuori… adesso ho una bella fotocamera da banco!

img20120222185855 img20120222185903 img20120222190000 img20120222190057

Ringrazio Prof. Menniti per i preziosi consigli: http://www.michelemenniti.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Anti-Spam Quiz: