TK102-2 lista comandi veloce Traccar e GPS-Trace

Questa è una guida veloce per configurare uno dei tanti cloni cinesi del TK102-2.

Il TK102 è un GPS tracker utilizzato solitamente per controllare la posizione delle auto.

Può essere usato sia in modalità SMS che GPRS.

In modalità sms dovrete fare uno squillo al dispositivo e vi risponderà con un sms in cui viene riportata la posizione del dispositivo.

In modalità GPRS il tracker invierà costantemente la posizione ad un servizio di geolocalizzazione.

Il più famoso è quello di GPS-Trace che è gratuito.

Oppure si può installare il gestionale Traccar sulla propria raspberry pi o server privato.

La lista dei comandi è la seguente:

begin123456” – reset di fabbrica
apn123456 ibox.tim.it” – setta l’apn
GPRS123456” – attivo la modalità GPRS
adminip123456 <IP> <PORT>” – setta a quale server inviare le coordinate: IP sta per l’indirizzo del servizio e PORT sta per la porta d’ascolto del server (vedi documentazione server)
t030s***n123456” – setto l’intervallo di invio delle coordinate ad ogni 30 secondi

imei123456” – ritorna l’IMEI del dispositivo

Ad esempio, per GPS-Trace:

Bisogna configurare il tracker come CHINA TK-106 (porta 20405) e come ID unico uno zero + le ultime 11 cifre dell’IMEI sul retro del dispositivo.

Comando: “adminip123456 193.193.165.166 20405

Su Traccar:

Bisogna configurare il dispositivo, come ID unico uno zero + le ultime 11 cifre dell’IMEI sul retro del dispositivo ed ascoltare sulla porta 5002.

<entry key='tk103.port'>5002</entry>

Comando: “adminip123456 <IP> 5002

 

Nel caso del mio clone cinese, i comandi di sopra funzionano perfettamente, altrimenti bisogna provare altre configurazioni per GPS-Trace come:

Device – Porta
Xexun TK102-2 – 20668
Coban GPS102 – 20709
Xexun TK-102 – 20157
CHINA TK-106 – 20405
IB-GT102 – 20504
Blueberry GT06N – 20765
GT06 – 20281
Xexun TK-103 – 20222

Per Traccar provare queste porte:

5001
5002
5006
5013
5023
5036
5093

Ovviamente per ognuno di questi va associato un ID, per non perder tempo potete usare questo tool:

Andate alla pagina http://id.wialon.net/

Settate il vostro tracker in moda tale da inviare la posizione a 193.193.165.167 e provate più porte finché non troverete il vostro tracker nella lista!

I miei alias preferiti

Questi sono alcuni alias che preferisco inserire nei miei server ubuntu-like.

Il tutto da inserire in:

nano ~/.bashrc

Script:

alias halt='reboot'
#alias reboot='reboot -f'
alias ll='ls -al'
alias aggiorna='apt-get update && apt-get upgrade -y && apt-get dist-upgrade -y && apt-get autoremove --purge && apt-get autoclean -y'
alias poweroff='reboot'
alias shutdown='reboot'

Script per autogenerare file host

Questo è uno script da poter installare sulla propria macchina server, per autogenerare (con un bel cron) file host da poter poi scaricare con uno script impostato nel vostro router.

Questo per avere file host sempre aggiornati.

#!/bin/bash

rm -rf /opt/ads/*

# Perform work in temporary files
temphosts1=$(mktemp)

# Obtain various hosts files and merge into one
wget -qO - http://winhelp2002.mvps.org/hosts.txt >> $temphosts1
wget -qO - http://hosts-file.net/ad_servers.asp >> $temphosts1
wget -qO - http://someonewhocares.org/hosts/hosts >> $temphosts1
wget -qO - "http://pgl.yoyo.org/adservers/serverlist.php?hostformat=hosts&showintro=0&mimetype=plaintext" >> $temphosts1
wget -qO - https://adaway.org/hosts.txt >> $temphosts1
#wget -qO - https://raw.githubusercontent.com/StevenBlack/hosts/master/alternates/fakenews-gambling-porn-social/hosts >> $temphosts1
wget -qO - https://raw.githubusercontent.com/StevenBlack/hosts/master/alternates/fakenews-gambling/hosts >> $temphosts1

# Do some work on the file:
# 1. Remove MS-DOS carriage returns
# 4. Replace 127.0.0.1 with 0.0.0.0 because then we don't have to wait for the resolver to fail
# 2. Delete all lines that don't begin with 0.0.0.0
# 5. Scrunch extraneous spaces separating address from name into a single tab
# 6. Delete any comments on lines
# 7. Clean up leftover trailing blanks
# Pass all this through sort with the unique flag to remove duplicates and save the result

sed -e 's/\r//'  -e 's/127.0.0.1/0.0.0.0/' -e '/^0.0.0.0/!d' -e 's/ \+/\t/' -e 's/#.*$//' -e 's/[ \t]*$//' < $temphosts1 | sort -u >  /opt/ads/hosts

#remove the first line
sed -i -e "1d" /opt/ads/hosts

L=$(wc -l /opt/ads/hosts | awk '{ print $1 }')
NOW="#$L hosts  $(date +"%d/%m/%Y %H:%M:%S")"

sed -i "1 i\\$NOW" /opt/ads/hosts


rm /var/www/auto/hosts.txt
ln /opt/ads/hosts /var/www/auto/hosts.txt

exit 0

Wecast Firmware

L’altro giorno ho acquistato questo dongle hdmi che supporta protocolli DLNA e Miracast, assomiglia un pò alla chromecast ma con qualche aggiunta in più.

E’ uno dei tanti cloni tipo: anycast, ezcast etc etc

Si assomigliano un pò tutti e tutti hanno la funzionalità di upgrade del firmware.

Tranne la mia Wecast che, una volta collegata alla mia rete domestica, non ha provveduto ad aggiornarsi ad una versione firmware un pò più recente ed è rimasta ferma alla 3.70.00

Su internet girano un pò di firmware che non sono compatibili con la mia Wecast.

Così ho provveduto a dissaldare la ROM e ho fatto un backup del’intera memoria in modo tale da fare qualche esperimento.

Gli esperimenti sono andati male perchè tutti i firmware che trovo in giro sono per RockChip RK292x e la mia Wecast monta un RV2108… se qualcuno può passarmi un firmware aggiornato ne sarei grato!

Il chip della ROM è un comunissimo serie 25, più precisamente un Winbond W25Q128FV @SOIC8.

Il backup e la riprogrammazione è avvenuto con il mio fido TL866A (link tutorial).

Così ho deciso di rendere disponile il backup a tutti da flashare con un programmatore tipo TL866A:

 

*** WeCast 3.70.00 firmware ***

 

 

Bloccare le pubblicità direttamente dal router

Salve

Con questo articolo vorrei mostrarvi come bloccare le annose pubblicità (ads) quando navigate su internet usando direttamente il vostro router anziché usare i vari adblock plugin per il vostro browser preferito.

Inizio col dire che ho un router TP-Link WR703N modificato con firmware DD-WRT aggiornato all’ultima release.

Andando nella schermata (tradotta in italiano): Amministrazione > Comandi

Bisogna aggiungere questo Startup Script:

#!/bin/sh
sleep 60
rm /tmp/hosts
mkdir /tmp/ads
wget -qO /tmp/ads/hostsfile http://hosts-file.net/ad_servers.txt
wget -qO /tmp/ads/winhelp2002 http://winhelp2002.mvps.org/hosts.txt
#cat /tmp/ads/hostsfile | sed -e 's/#.*$//' -e '/^$/d' > /tmp/hosts
cat /tmp/ads/winhelp2002 /tmp/ads/hostsfile | sed -e 's/^[ t]*//' | grep -v ^# | sort | uniq > /tmp/hosts
rm -rf /tmp/ads
rm /etc/hosts
ln /tmp/hosts /etc/hosts
stopservice dnsmasq && startservice dnsmasq
exit 0

 

Una volta aggiunto e salvato lo script, dobbiamo spuntare le seguenti opzioni:

Services > DNSMasq

Abilitare il DNSMasq e DNS Locale

Inoltre, bisognerà aggiungere il seguente comando in “Opzioni Aggiuntive DNSMasq”:

addn-hosts=/tmp/dlhosts

Salviamo, applichiamo le modifiche e dopo un minuto esatto tutto gli ads saranno automaticamente bloccati.

 

Ciao!

Aggiungere una ventola di raffreddamento per la Raspberry Pi

Salve a tutti

Qualche tempo fa ho aggiunto una ventola di raffreddamento per la mia Raspberry Pi.

Premesso che è abbastanza inutile in quanto la CPU sopporta temperature abbastanza elevate per un uso domestico, questi sono alcuni semplici passaggi per l’installazione con scriptino annesso:

Acquistiamo e montiamo una piccola ventolina a 5v per la nostra raspberry pi.

Il filo nero va sul pin GND della scheda e quello rosso, per comodità, l’ho messo sul pin GPIO4

Poi da shell iniziamo a dare un pò di comandi:

sudo su
mkdir /opt/fan
touch /opt/fan/log.log
chmod +w /opt/fan/log.log
touch /opt/fan/fan.sh
chmod +x /opt/fan/fan.sh
nano /opt/fan/fan.sh

Script:

#!/bin/sh
timestamp() {
 date +"%Y-%m-%d %T"
}
LOGDIR="/opt/fan/log.log"

#temperatura massima
VALUE=50

TEMP1=`vcgencmd measure_temp | cut -c6-9`
TEMP=`vcgencmd measure_temp | cut -c6,7`
STATUS=`cat /sys/class/gpio/gpio4/value`
#echo `timestamp` " Temperature: $TEMP1'C" >>$LOGDIR
if [ $TEMP -ge $VALUE ] && [ $STATUS -eq 0 ]
 then
 echo `timestamp` "- Temperature: $TEMP1/$VALUE'C --> Warning: Fan starte$
 echo "1">/sys/class/gpio/gpio4/value
elif [ $TEMP -le $VALUE ] && [ $STATUS -eq 1 ]
 then
 echo `timestamp` "- Temperature: $TEMP1/$VALUE'C --> Warning: Fan stoppe$
 echo "0">/sys/class/gpio/gpio4/value
fi

Inseriamo un bel cron per lo script:

crontab -e

Aggiungiamo a fine riga:

* * * * * /opt/fan/fan.sh

Fatto questo dobbiamo automatizzare l’inizializzazione del pin GPIO per accendere la ventola ad ogni boot della nostra Raspberry:

nano /etc/rc.local

Ed aggiungiamo queste due riga PRIMA del’ exit 0

echo "4">/sys/class/gpio/export
echo "out">/sys/class/gpio/gpio4/direction

 

Finito!

Adesso ogni volta che la Raspberry supera i 50° parte in automatico la ventola.

Il tutto loggato con tanto di timestamp sul file di log.log!

 

Ciaoooo